Trepuntozero

E così, dopo un lungo (e… frastagliato) lavoro di copiatura ed incollatura, rielaborazione delle immagini e di previa ricerca di un tema intuitivo, vede la luce oggi la terza versione di vittoriomessori.it, il sito autorizzato da Vittorio Messori, lo scrittore cattolico forse più letto e tradotto al mondo.

Quando si effettua un upgrade, non dovrebbero esserci troppe spiegazioni: basterebbe constatare il miglioramento tecnico e -spero- grafico del sito per rendersi conto da soli che era opportuno.

Tuttavia, una nota per i vecchi frequentatori di questo sito s’impone.

Bisognava, nell’era della connettività da dispositivi mobili, oltre che da terminali fissi, dare modo ai contenuti di poter essere visualizzati su pads, smartphones ed altri dispositivi portatili, favorendo così l’immediatezza della lettura. Il sito, ora, è totalmente “responsivo” e si adegua alla grandezza dello schermo di chi vi accede, ovunque egli lo faccia.

“Immediatezza” è stata anche la parola d’ordine del lavoro di questi mesi: infatti anche il sottoscritto, pressato da altri impegni, aveva un gran bisogno di ottimizzare e semplificare la fase di inserimento dei contenuti. Da qui la scelta della piattaforma WordPress che garantisce rapidità e tempestività che, fino ad oggi, venivano rinviate di qualche ora rispetto all’invio, da parte di Vittorio Messori, del materiale da pubblicare. Con un vantaggio anche per chi, spesso con comprensibile curiosità, vuole accedere quanto prima alle considerazioni del proprio scrittore preferito.

Non manca, come in ogni salto di qualità di questo spazio, un miglioramento quantitativo e qualitativo dei contenuti.

Seguendo un espresso desiderio di Vittorio Messori, infatti, troverete qui pubblicati tutti i Vivai editi dal Timone dal primo all’ultimo: di questo non posso che ringraziare Giampaolo Barra, direttore di quel mensile, per il recupero dei pezzi dal 2008 al 2011, e lo stesso protagonista di queste pagine che ha dimostrato, ancora una volta, grande affetto e attenzione verso i suoi lettori: posso dire in fatto che oltre tre quarti di quel bellissimo libro che è Emporio cattolico stanno già su questo sito, il quale seguirà i Vivai da maggio 2014 in poi con maggiore puntualità e tempestività.

I visitatori troveranno anche nuove foto, di oggi e di ieri, nella sezione dedicata alla vita.

Quanto alla qualità, spero che la veste grafica e la collocazione degli articoli nella parte centrale dello schermo rendano più gradevole e chiara la lettura.

Come sempre, e per non farla troppo lunga, rinnovo infine la mia disponibilità verso chi si accosta a queste pagine per suggerimenti, correzioni di errori o refusi e consigli.

Buona navigazione!

Pachino, 1° maggio 2014, Festa di San Giuseppe Lavoratore e inizio del mese dedicato a Maria Santissima.